Home Risorse Paziente Il ruolo della metabolomica nelle malattie neurodegenerative: convegno del 15 Maggio 2011
Il ruolo della metabolomica nelle malattie neurodegenerative: convegno del 15 Maggio 2011 PDF Stampa E-mail
Scritto da Tonia   
Sabato 21 Maggio 2011 09:52
Share

Ringraziamo l'associazione PSP Italia Piemonte per averci inviato il materiale relativo agli interventi fatti dai vari specialisti in occasione della Giornata sulla PSP a Torino.

“La metabolomica è la determinazione del set completo di metaboliti/intermedi, dipendenti dal contesto, che variano a seconda dello stato fisiologico, evolutivo o patologico della cellula, tessuto, organo od organismo”  (S. Oliver, 2002)

Un metabolita è il prodotto del processo del metabolismo

La metabolomica è la risultante delle interazioni tra : gene, organismo, ambiente ed abitudini soggettive .. è lo studio sistematico delle uniche impronte chimiche lasciate da specifici processi cellulari

Negli studi metabolomici è necessaria l‘interdisciplinarietà tra chimici, fisici, biologi, medici ed ingegneri

applicazioni

 

Un sistema vivente si modifica continuamente:

Stato fisiologico, interazioni con l'ambiente esterno come risposta a stimoli chimici e/o fisici

modifiche geniche, determinando la variazione o l'insorgere di nuove strutture che la plasticità del sistema permette

consentendo nuove strategie di funzionamento fino all'insorgenza di uno stato patologico

Gli esami prescritti al paziente affetto da PSP

  • RM encefalo
  • Rm funzionale (VBM-DTI)
  • RM spettroscopia
  • TCCD
  • Valutazione ortottica
  • Valutazione neuropsicologica
  • Esami ematochimici: generici e specifici
  • Visite specialistiche

Approccio metabolomico

Il metaboloma riflette la storia del paziente. Come viene valutato ?

  1. Esami chimici dei fluidi biologici,
  2. l’età, sesso, lo stile di vita,
  3. lo stato nutrizionale, interazioni con l’ambiente,
  4. possibili stati patologici,
  5. effetto di terapie farmacologiche

Tecniche metabolomiche

MUTAZIONI DEL GENETIPO 677-MTHFR
·C/T eterozigosi
·T/T omozigosi
·assente
                                                                   Analisi delle Componenti Principali

componente

tabella

Analisi Discriminante - classificatore

discriminante

Negli studi metabolomici è necessaria  l‘interdisciplinarietà tra chimici, fisici, biologi, medici,ingegneri, pazienti e le loro famiglie

TECNICI

  • scelta dei parametri e dati
  • elaborazione datii
  • monitoraggio andamento
  • aggiornamento
 PAZIENTE e FAMIGLIA
  • fornire dati ed informazioni
  • segnalare cambiamenti
  • aggiornarsi

• impatto sulla ricerca
• in campo farmacologico
• nella diagnostica
• nella terapia


Miglioramento della qualità di vita del Paziente e della Famiglia

  • attraverso l’aumento dell’efficacia delle cure farmacologiche (ad personam)
  • attenta e specifica monitorizzazione dell’andamento della patologia
  • individuazione di fattori fisio-patologici che svolgono un’azione sinergica volti al contenimento della progressione della patologia neurodegenerativa

Valutazione con tecnica metabolomica delle patologie ad alto impatto sociale quali sono le
MALATTIE NEURODEGENERATIVE

  • Individuazione dei markers
  • utili ad una diagnosi precoce
  • indicativi nella definizione diagnostica
  • progettualmente utili nell’indirizzo terapeutico personalizzato
  • attivazione di esami attivabili in modo non invasivo, anche in sede domiciliare

NON È IL CASO NÈ DI AVERE PAURA NÈ DI SPERARE, BISOGNA CERCARE NUOVE ARMI
(Gilles Deleuze, filosofo)


Le ricerche di metabolomica oggi presentate sono state dirette dal Dott. W. Liboni, e dall’ Ing. F. Molinari e sviluppate in collaborazione al Gruppo di Metabolomica Italiano diretto dal Prof. Manetti (Università La Sapienza di Roma)




Tags: psp  msa  dcb  paziente  risorse  metabolomica  
Ultimo aggiornamento Sabato 21 Maggio 2011 09:54