Home Risorse Caregiver Caregivers in crisi: come riprendere il controllo della vostra vita
Caregivers in crisi: come riprendere il controllo della vostra vita PDF Stampa E-mail
Scritto da Tonia   
Giovedì 24 Gennaio 2013 22:50
Share

Improvvisamente vi accorgete che siete un caregiver il che ha un impatto enorme sulla vostra vita.

Magari penserete: "quanto è dura! Non sono preparato a quello che mi sta accadendo e la mia vita è fuori controllo.
E' comune a molti caregivers essere in crisi e chiedersi giorno dopo giorno cosa succederà? Per alcuni non ci sarà nemmeno tempo di valutare se le loro vite sono in crisi. Troppo spaventoso forse,non c'è nemmeno tempo per pensarlo...ma quali sono le ragioni?
E' tempo di riordinare le cose e iniziare a governare il fatto che siete un caregiver e da li cominciare a mettere ordine.
La tua vita è in crisi se....

 

  • Hai smesso di vedere amici e famiglia
  • Hai smesso di fare attività sociale
  • Non riesci a dormire anche se sei esausto
  • Perdi o prendi peso senza una ragione apparente
  • Hai problemi di salute
  • Sei felice solo a letto
  • Non hai energia
  • Il tuo matrimonio è in crisi
  • Sei depresso
  • Hai perso la prospettiva delle gioie della vita e della sua bellezza
  • Ti senti come se trasportassi tutto il peso del mondo sulle tue
  • spalle

Se hai risposto SI ad almeno tre di queste affermazioni,devi agire SUBITO.

Serve energia
L'obiettivo è potenziare il tuo ruolo di caregiver e tutto inizia da te.
Il viaggio del caregiver ti riguarda direttamente, non si tratta di tutte le cose da fare ma il valore che attribuisci a te stesso.
Magari ci vuole del tempo per farti assorbire ed elaborare questo concetto, dopotutto stai dando tutto quello che hai ad un'altra persona.
Non resta niente per te. Forse devi chiedere aiuto ad uno psicologo.
A volte un'ora di terapia con un professionista cambia completamente prospettiva. Oppure non fa al caso tuo. Pensaci.
Cosa ti può aiutare?
Quanto vale la tua vita? Il tuo tempo? La tua autostima? Pensaci.

Come un caregiver può evitare la crisi
Ci sono molti modi per annullare e arginare la crisi del caregiver. Non succederà dal giorno alla notte, ma accadrà se agirete in prima persona e fermamente nel piano di cura.

Consigli pratici:

  • Capire che voi DOVETE stare al vertice della piramide
  • E' normale dire no al vostro ammalato, siate gentili ma fermi
  • Dovete avere tempo libero ALMENO due volte alla settimana
  • Fate qualcosa di frivolo,pazzo,divertente,eccitante...o rilassante e pacifico.
  • Chiamate amici e famigliari e dite loro che siete dispiaciuti per non essere presenti come un tempo. Chiedete la loro comprensione e magari dell'aiuto.
  • Fissate limiti e confini che manterrete. Poi manteneteli fermamente. Fate la promessa di mangiare cibi che daranno energia al vostro corpo.
  • Preoccupatevi con forza di includere altre persone nel percorso di assistenza e cura. Trovate un vicino,una parente, una badante a ore, i servizi sociali del comune,chiamate la ASL, qualsiasi persona che possa aiutarvi.
  • Pianificate seriamente del tempo libero per voi.
  • Accettate i vostri limiti e smettete di pianificare e controllare ogni cosa.
  • E soprattutto riconoscetevi il merito di prendervi dura di un'altra persona.

Fare il Caregiver è un viaggio solitario che solo una persona di cuore intraprende. Datevi questo merito, di avere un gran cuore. Alcuni non lo faranno (gli stessi parenti). Badare ad un'altra persona non è facile, spesso non piacevole e probabilmente non vi ringrazieranno in molti. Ma sapere ed essere consapevoli che voi fate la differenza nella vita di una persona che non riesce più a prendersi cura di se stessa è molto gratificante.

tradotto liberamente dal testo di Cindy Laverty, 15/01/2013 da Roberta Zin



Tags: caregiver  assistenza  
Ultimo aggiornamento Giovedì 24 Gennaio 2013 22:52