Home Risorse Caregiver Consigli per i caregivers
Consigli per i caregivers PDF Stampa E-mail
Scritto da Tonia   
Mercoledì 07 Marzo 2012 19:43
Share

Suggerimenti per amici, parenti, vicini che vogliono aiutare il malato di PSP e il suo caregiver

 

Molto spesso sono le mogli, i mariti, i compagni, le sorelle , i figli a curare l'ammalato.
Loro sono i caregiver. Dedicano la loro vita a curare il malato, e conseguentemente sacrificano la loro.

Spesso si crea attorno all'ammalato e al caregiver isolamento, stress, frustrazione, tendenza ad allontanarsi.

Gli amici, i parenti, i vicini si sentono smarriti, impotenti rispetto alla nuova situazione che non riescono ad affrontare e "scappano". A volte invece di donare un sms solidale dovremmo sentire la nostra coscienza che ci dice di aiutare uno zio, una cugina, una nipote, un vicino che sapete ammalato e aiutato solo da una persona, la quale si sente anche lei abbandonata, stressata, depressa. Bastano pochi gesti per rallegrare la giornata di una persona chiusa 24h in casa ad assistere un malato.

Ci sono molte cose che si possono fare!
Se siete caregiver date una copia ai vostri amici o parenti o vicini, se non altro smuoverà un po' le coscienze, se invece siete amici o parenti e non sapete come dare una mano, ecco delle idee:

Appurato che non potete voi da soli per una serie di motivi sostituirvi al caregiver, cercate di alleggerire la sua giornata...

se amate cucinare, preparate delle monoporzioni di lasagne, ragu', verdure, marmellate, conserve, sughi, etc in modo da poterle congelare e al momento opportuno (in giornate faticose, quando non si ha voglia di cucinare) il caregiver possa mangiarle

se amate fare giardinaggio e il vostro amico caregiver ovviamente non ne ha più il tempo, offritevi di sistemare il suo giardino, o balcone, o le sue piante da appartamento.

se siete un patito/patita delle pulizie domestiche, cosa gradita sarà ogni tanto aiutare a dare una bella riordinata alla casa del caregiver e del malato

se non siete cuoco ma volete fare una sorpresa la sera che andate al cinese o in pizzeria da asporto, portate una bella pizza anche al caregiver, specialmente abitate vicino (magari avvisatelo prima e chiedete quale pizza adora!)

se siete capaci di fare tutto in casa offritevi di riparare qualcosa ...c'è sempre qualcosa da sistemare, imbiancare, riparare.

se adorate andare a fare la spesa, chiedete al caregiver se ha bisogno qualcosa, della lavanderia, di pagare una bolletta in posta, di andare (accade sempre) in farmacia per lui/lei

se il malato è solito fare un sonnellino pomeridiano, offritevi di stare con lui/lei mentre il caregiver fa un bagno rilassante o esce in giardino

se il caregiver adora gli animali ma non può curarli e voi avete un cane, portatelo a casa sua per un'oretta a settimana

se il caregiver adora leggere portategli i nuovi arrivi mensili dalla biblioteca comunale

se conoscete una buona parrucchiera a domicilio, portatene a conoscenza il caregiver e offritevi di star li con lei/lui

se abitate lontano, invece, cercate di contattare il caregiver via webcam almeno una volta a settimana e fateci una bella chiacchierata (o telefonata) cercando di evitare argomenti tristi

non parlate sempre e soltanto della malattia e di come sta quando andate a trovare il malato e il caregiver, la situazione è palese, cercate quindi di sdrammatizzare (nei limiti) o raccontare di viaggi, o cose divertenti che vi sono accadute.

se il caregiver ha qualche hobby particolare, regalate qualcosa di inerente (cd musicali, colori per dipingere, modellini o puzzle, lana per sferruzzare, cotone per l'uncinetto, etc. etc.

informatevi presso l'assistente sociale del comune di residenza del Comune se ci sono servizi specializzati che possono aiutare il caregiver e quindi il malato (un volontario specializzato per qualche ora la settimana che possa dare un cambio, pasti a domicilio, ausiliari che aiutino nella pulizia personale, psicologi, etc)

organizzate per il compleanno del caregiver o per le feste comandate una festicciola in un'altra stanza, tre o quattro amici una torta, un regalino, solo per un'oretta

MAGARI ALL'INIZIO IL CAREGIVER TROVERA' SCUSE, FARA' RESISTENZA ALLE VOSTRE INIZIATIVE, PERCHE' NON E' ABITUATO, E PERCHE' ORMAI E' VOTATO IN UN CERTO SENSO AL MARTIRIO, MA VEDRETE CHE INSISTENDO, E TORNANDO PERIODICAMENTE SARETE I BENVENUTI E ANCHE ATTESI CON ANSIA

 

di Roberta Zin



Tags: PSP  MSA  DCB  
Ultimo aggiornamento Mercoledì 07 Marzo 2012 19:44