Home Risorse Caregiver Dieci suggerimenti per la comunicazione
Dieci suggerimenti per la comunicazione PDF Stampa E-mail
Scritto da Tonia   
Lunedì 06 Giugno 2011 12:43
Share

Sebbene questo articolo si riferisca alla comunicazione con una persona con demenza, rappresenta un insieme di suggerimenti utili anche nei casi di PSP/DCB/MSA

Dieci suggerimenti per la comunicazione con una persona con demenza
Family Caregiver Alliance
Tratto da FCA Fact Sheet: La guida del caregiver sui comportamenti di demenza

Non siamo nati sapendo come comunicare con una persona con demenza, ma possiamo imparare.
Migliorare le abilità di comunicazione contribuirà a rendere l'assistenza meno stressante e probabilmente a migliorare la qualità del tuo rapporto con la persona amata. Una buona capacità di comunicazione migliorerà anche la tua capacità di gestire il comportamento difficile che è possibile riscontrare quando ci si prende cura di una persona con una malattia di demenza.

1. Imposta un umore positivo per l'interazione.
Rispetto alle parole, il tuo atteggiamento ed il linguaggio del corpo trasmettono in modo più incisivo i tuoi sentimenti e pensieri.
Imposta un umore positivo parlando con la persona amata in un modo piacevole e rispettoso. Usa le espressioni del volto, il tono di voce e il contatto fisico per trasmettere il tuo messaggio e mostrare i tuoi sentimenti di affetto.

2. Ottenere l'attenzione della persona.
Limita le distrazioni e il rumore --spegni la radio o la TV, chiudi le tende o chiudi la porta, o trasferisciti in un ambiente più tranquillo. Prima di parlare, assicurati di avere la sua attenzione; chiama per nome, identificati con un nome e relazione, e utilizza e segnali non verbali e contatti fisici per aiutare a mantenere la concentrazione. Se lei/lui è seduto, abbassarsi al suo livello e mantenere il contatto visivo.

3.Comunica il tuo messaggio in modo chiaro.
Usa parole e frasi semplici. Parla lentamente, distintamente e con un tono rassicurante. Evita di alzare la voce più alta o più forte, invece, mantieni un tono basso. Se lei/lui non capisce la prima volta, utilizza la stessa formulazione per ripetere il messaggio o la domanda. Se continua a non capire, attendi qualche minuto e riformula la domanda. Utilizza i nomi di persone e luoghi, invece di pronomi o abbreviazioni.

4. Domande e risposte semplici.
Poni una domanda alla volta, quelle con sì o no come risposte funzionano meglio. Astenersi dal dare troppe scelte. Ad esempio, chiedi: "Ti piacerebbe indossare la camicia bianca o la camicia blu?" o meglio ancora, mostra le scelte - i richiami e le indicazioni visive aiutano a chiarire la tua domanda e possono guidare la sua risposta.

5. Ascoltare con le orecchie, gli occhi e il cuore.
Sii paziente nell'aspettare la risposta del tuo caro. Se sta cercando disperatamente di dare una risposta, va bene suggerire parole. Osserva i segnali non verbali e linguaggio del corpo, e rispondi in modo appropriato. Cerca sempre di ascoltare il significato e le sensazioni che sono dietro le parole.

6. Dividere le attività in una serie di passaggi.
Rende più gestibile molti compiti. Si può incoraggiare la persona amata a fare quello che può, ricordale gentilmente i passi che tende a dimenticare, e assistila nelle attività che non è più in grado di realizzare da sola. L'utilizzo di segnali visivi, come mostrare con la mano dove posizionare il piatto di portata, può essere molto utile.

7. Quando il gioco si fa duro, distrarre e reindirizzare.
Quando il tuo amato è agitato, prova a cambiare il soggetto o l'ambiente. Ad esempio, chiedigli un aiuto o suggerisci di andare a fare una passeggiata. E 'importante collegarsi con la persona emozionalmente, prima del reindirizzamento. Si potrebbe dire: "Vedo che ti senti triste, mi dispiace che stai male. Andiamo a mangiare qualcosa. "

8. Rispondere con affetto e rassicurazione
Le persone con demenza spesso si sentono confuse, ansiose e insicure di se stesse. Inoltre, spesso la loro realtà è  confusa e possono ricordare cose che non sono mai realmente accadute. Evita di cercare di convincerli che si sbagliano. Concentrati sui sentimenti che stanno dimostrando (quelli sono reali) e rispondi con  espressioni di conforto verbali e fisiche, sostieni e rassicura. A volte tenere la mano, toccare, abbracciare e lodare  può aiutare la persona a rispondere quando tutto il resto fallisce.

9. Ricorda i bei vecchi tempi.
Ricordare il passato è spesso un'attività rilassante e di affermazione. Molte persone con demenza possono non ricordare quello che è successo 45 minuti fa, ma possono chiaramente ricordare la loro vita 45 anni prima. Pertanto, evitare di fare domande che si basino sulla memoria a breve termine, come ad esempio chiedendo alla persona ciò che ha mangiato a pranzo. Invece, prova a fare domande di carattere generale sul suo lontano passato, queste informazioni sono più facili da ottenere.

10. Mantenere il senso dell'umorismo.
Usare l'umorismo, quando è possibile, anche se non a spese della persona. Le persone con demenza tendono a conservare le loro competenze sociali e di solito sono felici di ridere insieme a te.

 

Traduzione a cura di Tonia Carnasale



Tags: PSP  DCB  MSA  
Ultimo aggiornamento Lunedì 06 Giugno 2011 12:46