Home Notizie Parte studio italiano, staminali contro PSP
Parte studio italiano, staminali contro PSP PDF Stampa E-mail
Scritto da Tonia   
Martedì 16 Aprile 2013 18:32
Share

Il Centro Parkinson degli Istituti clinici di perfezionamento (Icp) ha avviato il primo studio al mondo che utilizza le cellule staminali dei pazienti contro una forma di Parkinson chiamata paralisi sopranucleare progressiva (psp), che rappresenta il 2,8% dei parkinsonismi ed è incurabile, con un aspettativa di vita di circa 10 anni. Si basa su staminali del midollo osseo, cellule di cui si fa un gran parlare in queste settimane per il caso delle terapie Stamina. Il gruppo guidato da Gianni Pezzoli, direttore del Centro Parkinson, ha scelto una strada diversa, anche se più lunga. Sperimentazioni trasparenti: “Dopo un lungo iter burocratico, nel 2012 l'Istituto superiore della sanità ci ha autorizzato a partire con la prima fase della sperimentazione su cinque pazienti. Finora ne abbiamo già trattati due e contiamo di terminare presto anche con gli altri tre".


La seconda fase prevede una seconda sperimentazione su 20 pazienti
, in doppio cieco, suddivisi in due gruppi ed alternativamente trattati per sei mesi con le staminali e altri sei mesi con un placebo. "Per procedere a questa seconda fase servono finanziamenti. Finora tutti gli oneri economici, cioè 30mila euro a paziente, sono supportati dalla Fondazione Grigioni, a cui invitiamo a devolvere il 5x1000 - afferma Pezzoli -. Questa sperimentazione apre nuove prospettive per il trattamento di tutte le malattie neurodegenerative".
E sul “decreto Balduzzi” appena approvato in Senato e in attesa dell'approvazione definitiva della Camera, commenta: "Speriamo che sia un vero aiuto, non un aggravio. Perché in Italia tutte le volte che la burocrazia decide di controllare lo scienziato combina dei disastri, nel senso che rallenta tutto quanto".

fonte: ilsole24ore.com



Tags: staminali  PSP  
Ultimo aggiornamento Martedì 16 Aprile 2013 18:33