Home News Ricerca Un esame del cuore svela il Parkinson
Un esame del cuore svela il Parkinson PDF Stampa E-mail
Scritto da Tonia   
Lunedì 23 Luglio 2012 08:29
Share

I ricercatori dell’Università di Tokyo diretti da Satoshi Orimo hanno pubblicato sulla rivista specializzata Parkinsonism & Related Disorders uno studio secondo cui c’è un sistema a prova di errore che si basa su un esame scintigrafico del cuore. È un fondamentale passo avanti nella diagnosi precoce, in quanto esistono vari tipi di parkinsonismo, ma una sola forma è la vera malattia di Parkinson: se si tratta di uno dei cosiddetti parkinsonismi atipici, instaurare la classica terapia con levodopa, così efficace nel Parkinson classico, può rivelarsi un’inutile perdita di tempo prezioso che porta a totali insuccessi o tutt’al più a miglioramenti comunque transitori che non superano il 30%. Nelle fasi iniziali ciò accade in oltre la metà dei pazienti (fino al 58%), mentre nella vera malattia di Parkinson gli eventuali insuccessi si aggirano attorno al 20%. Altri segni assenti nel classico Parkinson possono aiutare, ma non sono dirimenti. Per esempio le alterazioni neurovegetative come ipotensione ortostatica (calo pressorio stando in piedi), incontinenza urinaria, disfunzione erettile nei maschi, segni cerebellari (andatura atassica con piedi a base allargata che sembrano cercare appoggio nell’acqua a ogni passo, disartria) o segni piramidali (spasticità muscolare).

MARCATORI - Il metodo messo a punto dai ricercatori giapponesi offrirebbe invece una sicurezza del 94,1%. Si basa su un marcatore usato in medicina nucleare per visualizzare i vari distretti corporei che si presta ottimamente per quello cardiaco: la meta-iodobenzil-guanidina (in sigla MIBG) che è chimicamente un analogo della noradrenalina, il mediatore del sistema nervoso autonomo. Se la MIGB viene iniettata va a fissarsi a livello delle terminazioni simpatiche postgangliari del sistema nervoso autonomo. Poiché però, fin dalle prime fasi di malattia di Parkinson, se non già prima, l’innervazione simpatica del cuore è danneggiata, questa fissazione non avviene e se si esegue una scintigrafia cardiaca non si rileva presenza di tracciante. Nei parkinsonismi atipici, invece, gli stessi nervi sono indenni e quindi le immagini della scintigrafia evidenziano che la MIGB si è fissata a livello cardiaco.

[...]

Leggi tutto l'articolo qui



Tags: Parkinson  PSP  MSA  DCB