Home News Ricerca DCB: ridefinizione della diagnosi
DCB: ridefinizione della diagnosi PDF Stampa E-mail
Scritto da Tonia   
Martedì 26 Luglio 2011 09:38
Share

I dati suggeriscono che è giunto il momento di ridefinire la diagnosi clinica della degenerazione corticobasale.

La degenerazione corticobasale (DCB) è un disordine neurologico progressivo descritto la prima volta nel 1968 da Rebeiz, Richardson e Kolodny. Tuttavia, solo recentemente c'è stato uno sforzo sistematico per una diagnosi affidabile di questa condizione. Nulla può essere più scoraggiante che avere una persona cara diagnosticata erroneamente durante la vita. Inoltre, è ormai noto che la DCB  è causata da accumuli anomali di proteina tau e, poiché stanno emergendo terapie specifiche per la malattia, ottenere la diagnosi corretta ha un'importanza fondamentale.

Con grande disappunto della comunità neurologia, è stato recentemente scoperto che quasi i due terzi dei pazienti con diagnosi di DCB durante la vita ha rivelato di avere un'altra condizione all'autopsia. Sorprendentemente, molti dei pazienti sospettati di essere affetti da DCB avevano la malattia di Alzheimer come causa di fondo della loro malattia. Ancora più inquietante, i pazienti che hanno veramente sofferto di DCB erano spesso erroneamente diagnosticati con altre malattie incluse l'afasia progressiva, la demenza frontotemporale, il morbo di Parkinson o la paralisi sopranucleare progressiva.

Per risolvere questo problema, i ricercatori di UCSF Memory and Aging Center hanno riesaminato i dati clinici e la risonanza magnetica di 58 pazienti che soddisfavano gli attuali criteri clinici per la diagnosi di DCB o soffrivano di criteri patologici della DCB al fine di identificare l'intero spettro di caratteristiche cliniche e anatomiche che definiscono la DCB . I risultati suggeriscono che i sintomi che hanno meglio predetto la DCB erano l' afasia progressiva non-fluente , apatia, disinibizione con scarsa capacità di giudizio o problemi con il movimento delle gambe. La scoperta MRI più suggestiva della DCB è stata la perdita di tessuto nei lobi frontali e dei gangli della base, non nel lobo parietale, come era precedentemente sospettato.

Questo lavoro sarà presto pubblicato sulla prestigiosa rivista Annals of Neurology. Nuovi criteri di ricerca per la DCB stanno per essere formulati integrando le osservazioni di questo studio e altri. Speriamo che presto i pazienti DCB riceveranno la corretta diagnosi e le terapie appropriate.

fonte: http://us1.campaign-archive1.com/?u=d9019380fd1207ff3cec24450&id=742c689de9

 

Traduzione a cura di Tonia Carnasale



Tags: DCB  PSP  diagnosi  
Ultimo aggiornamento Martedì 26 Luglio 2011 16:31