Home La malattia MSA Atrofia Multisistemica e domande frequenti
Atrofia Multisistemica e domande frequenti PDF Stampa E-mail
Scritto da Tonia   
Domenica 04 Agosto 2013 09:29
Share

Traduzione a cura di Arianna Langer
L'Atrofia Multisistemica è una malattia neurologica rara che colpisce sia uomini che donne.


E' casuale, può colpire qualsiasi persona.
Ricevere la diagnosi di MSA non significa sperimentare tutti i sintomi che la caratterizzano, le persone
difficilmente hanno la stessa presentazione e progressione.
Al momento non esiste una terapia specifica che ne modifichi il decorso, ma in varie parti del mondo sono
in corso studi sperimentali e vari trials clinici su alcuni farmaci.
E' possibile, nonostante questo, mettere in atto percorsi di assistenza per migliorare la qualità di vita ed
alleviare i sintomi.

Negli uomini il primo sintomo spesso e' una disfunzione erettile, spesso considerata un effetto dell'età. Problemi vescicali invece possono essere riscontrati sia negli uomini che nelle donne:

 

  • incontinenza
  • urgenza,
  • ritenzione
  • mancato svuotamento vescicale.

Spesso negli uomini questi sintomi vengono attribuiti a problemi prostatici e nelle donne a prolasso o
malattie ginecologiche.
Altri sintomi che possono comparire sono:

  • un rallentamento dei movimenti
  • disturbi dell'equilibrio
  • il cambiamento della scrittura
  • rigidità muscolare.


Se si presentano disturbi della pressione arteriosa, si può  avvertire la sensazione di giramento di testa o
vertigine quando ci si alza e possono verificarsi svenimenti.

Cosa accade dopo?
L'MSA e' una malattia progressiva, i sintomi tenderanno a peggiorare in un variabile arco di tempo.
Per questo, si renderà necessario individuare i bisogni assistenziali della persona malata, percorso difficile da
stabilire a priori poiché il decorso dell'MSA varia da persona a persona.

Ci sono tre gruppi di sintomi che caratterizzano la localizzazione delle aree cerebrali colpite:
i sintomi parkinsoniani derivano dall'interessamento dei gangli della base, dove e' presente la sostanza
nigra, l'incoordinazione motoria e la perdita di equilibrio del cervelletto, i disturbi neurovegetativi o autonomici ( pressione arteriosa, vescica) del tronco cerebrale.

Perché pochi conoscono questa malattia?

Solo recentemente molti neurologi hanno constatato che la diagnosi di MSA non è cosi infrequente e
questo ha migliorato la possibilità di riconoscerla. Il consulto con esperti in tal senso e' sempre utile.
Non scoraggiatevi se il vostro neurologo non conosce bene la malattia, potrebbe diventare un esperto
semplicemente prendendosi cura di voi.

In che cosa differisce la malattia di Parkinson dall'MSA?

Molte persone ricevono una diagnosi iniziale di malattia di Parkinson a causa della rigidità muscolare e del
rallentamento dei movimenti. Possono essere i primi sintomi che vengono inquadrati, mentre spesso disturbi della pressione o vescicali sono già presenti ma non associati.
La presenza di questi sintomi riferibili al sistema autonomico deve indurre il neurologo a considerare
diagnosi diverse dal morbo di Parkinson. Il meccanismo alla base della neurodegenerazione della malattia di
Parkinson e' differente da quello dell'MSA anche se per alcuni aspetti simile. Cosi' avviene anche per altri
parkinsonismi come la PSP e la CBD.

Ho l’MSA. Mio figlio rischia di ammalarsi della stessa malattia?

Al momento non ci sono evidenze sulla possibilità che l’MSA sia una malattia ereditaria.

La demenza fa parte dei sintomi dell’MSA?

No, non ne fa parte. Comunque alcuni pazienti possono riscontrare che la memoria, l’abilità a rispondere
ed il ragionamento possono diventare più lenti.

Esiste una dieta particolare per le persone con MSA?

Una dieta equilibrata è raccomandata.
In caso di ipotensione ortostatica, esistono accortezze specifiche. In caso di disturbi della deglutizione, è
utile addensare i liquidi con preparati in polvere o già confezionati in forma di gel, modificare la consistenza
dei pasti. In questo caso può essere utile la consulenza dietologica.

Fonte: www.msatrust.org.uk



Ultimo aggiornamento Domenica 04 Agosto 2013 09:33