Home La malattia MSA Sindromi dolorose che possono essere presenti nell'MSA
Sindromi dolorose che possono essere presenti nell'MSA PDF Stampa E-mail
Scritto da Tonia   
Mercoledì 21 Marzo 2012 19:50
Share

Dolore di un braccio o del ginocchio
spesso può essere il sintomo di esordio della sindrome parkinsoniana...


Monolaterale, associato a rigidità, ritarda la diagnosi perché considerato di altra origine.
Il dolore è costante, associato all’impossibilità di eseguire movimenti fini con le dita o di sollevare un piede. L’esordio di una sindrome parkinsoniana va sospettato in presenza di un dolore costante invalidante di un braccio o una gamba, soprattutto se associato a rigidità ingravescente.

Sensazione di bruciore della bocca:
è raro ed insolito, ma può essere presente nelle sindromi parkinsoniane. Può comparire in differenti fasi della malattia e la causa non è nota. Può essere correlato ad alcuni farmaci anticolinergici che causano secchezza delle fauci o ad una cattiva gestione degli apparecchi ortodontici.

Coat-hanger pain- Dolore “a stampella”:
Questo tipo di dolore è comune nelle forme di Atrofia Multisistemica, ma può talvolta verificarsi anche nel Morbo di Parkinson. E’ tipico delle persone affette da ipotensione posturale, ovvero da abbassamenti di pressione in posizione eretta dovuti ad un disturbo del sistema nervoso vegetativo.
Il dolore inizia intorno al collo posteriormente e spesso si irradia ai muscoli della regione nucale della testa e delle spalle, richiamando con la sua distribuzione la forma di una stampella.
La causa di questo tipo di dolore non è chiara, ma si pensa sia dovuto all’abbassamento della pressione arteriosa e quindi ad una minor irrorazione sanguigna di alcuni muscoli.

Dolore e crisi acinetica:
occasionalmente, le persone con il M di Parkinson o Parkinsonismi possono assistere ad un improvviso peggioramento dei sintomi che può essere dovuto ad un eccessivo dosaggio di farmaci anti Parkinson o dalle infezioni. I sintomi includono rigidità severa, febbre (spesso assente nei casi di Atrofia  Multisistemica) dolore muscolare ed articolare, cefalea e talvolta dolore generalizzato.
La marcata rigidità muscolare causa il rilascio di alcune sostanze algogene e può esserne la causa.

Dolore associato a distonia:
gli spasmi muscolari distonici sono piuttosto dolorosi, probabilmente i più difficili da gestire nel M di Parkinson e nei parkinsonismi. Il dolore deriva da intensi e sostenuti atteggiamenti di torsione/contrattura e da posture anomale che caratterizzano la distonia. Questo tipo di spasmo muscolare è differente dalla discinesia che invece si caratterizza con movimenti più fluenti e tipo contorsione e soprattutto non dolorosi. Può interessare vari distretti muscolari e corporei, persino le corde vocali.
Una forma comune di distonia riguarda le dita dei piedi, ma per esempio può manifestarsi anche con contratture del collo tali da spingere la testa in avanti verso il torace o gli arti superiori dietro il tronco.

Cefalea:
Può apparire con differenti intensità ed in diversi stadi di malattia. Alcune volte può essere dovuta ai farmaci (dopaminoagonisti, amantadina e entacapone)

Crampi muscolari:
possono comparire di notte o di giorno. Di notte, possono causare dolore alle gambe e ai polpacci così come movimenti continui che disturbano il sonno. I crampi possono comparire anche quando viene meno l’effetto della levodopa, ovvero nelle fasi ‘OFF’. In questo caso, spesso si tratta di distonia (contrazione persistente dei muscoli) e può essere molto dolorosa.
I crampi possono anche colpire organi interni come l’intestino o la vescica.

Dolore di tipo centrale:
è abbastanza raro. Si tratta di una sintomatologia conseguente alla malattia stessa, non correlata a distonia o patologie muscolo-scheletriche. Viene descritta come una sensazione di bruciore interno o come di coltellate o come per la presenza di scottature.
La distribuzione è insolita: addome, torace, bocca, regione genitale.

Depressione e dolore

E’ ben noto che il dolore cronico induce depressione e che le persone depresse spesso vivono l’esperienza del dolore. In alcuni pazienti con Morbo di Parkinson o Parkinsonismi questo sintomo può essere cosi invalidante da rappresentare un cardine della storia clinica. E’ importante definire le caratteristiche del dolore, questo aiuta nell’individuarne la causa e l’adeguato trattamento

Sindromi dolorose che possono essere presenti nell'MSA

 

a cura di Arianna Langer



Ultimo aggiornamento Mercoledì 21 Marzo 2012 19:50